Progetto ARYAVITA

Campagna di diffusione della conoscenza delle manovre di disostruzione e rianimazione pediatriche e prevenzione.

LA PROBLEMATICA E LE RAGIONI DELL’INIZIATIVA:

Si pensi che ogni anno in Italia ci sono 50 famiglie distrutte da una tragedia senza confini: 50 bambini perdono la vita per soffocamento da corpo estraneo ( il 27 % dei decessi accidentali – dati 2007 SIP Società Italiana di Pediatria) non solo per il “corpo estraneo” che hanno ingerito accidentalmente ( palline di gomme, prosciutto crudo, insalata, caramelle gommose, giochi etc etc …), ma soprattutto perché chi li assiste nei primi drammatici momenti di solito NON è “ formato “ a queste manovre e genera disastrose conseguenze.
Annoveriamo, purtroppo, sul nostro territorio eventi luttuosi quali le recenti scomparse del piccolo PATRIZIO nel marzo 2013 nella zona collinare di Napoli e di ARIANNA 10 anni, nell’aprile 2013 a San Gennaro Vesuviano entrambi soffocati da un boccone di mozzarella

Il NON SAPERE genera errori: prendere per i piedi un bambino che è ostruito, o peggio ancora mettere le dita in bocca, sono le prime due cose che vengono fatte dal soccorritore occasionale non preparato (spesso la mamma o l’insegnante)… e che di solito cagionano la morte del bambino.

Esistono invece semplici manovre di disostruzione (che in pochi conoscono, purtroppo) che una volta viste e provate su manichini restano impresse nella mente per sempre e che possono fare la differenza in caso un bambino presenti sintomi di soffocamento.
La sola chiamata al servizio di emergenza urgenza sanitaria 118 purtroppo non basta, a causa tempi tecnici (risposta, partenza e arrivo dell’ambulanza) inevitabilmente nelle migliori delle ipotesi il personale dell’ambulanza arriva sul posto dopo circa 7-8 minuti. Come si potrà immaginare troppo tardi!!

visualizza dettagli progetto

Vuoi darci un tuo supporto per questo progetto?
Grazie per la disponibilità
EUR
LOG-IN
Inserisci il tuo username e la tua password